La nostra storia

Un crocevia di strade che è diventato
teatro di coincidenze sorprendenti

Nel 1994 nasceva a Mumbai, la Good Samaritan Mission di Peter Paul Raj, nella slum-area di Vikhroli. Nel 2013 l’associazione di volontariato Frame Project Onlus si costituiva per dare corpo al concetto troppo spesso astratto di solidarietà sociale, partendo proprio da un’amicizia nata molti anni prima in un crocevia della megalopoli indiana tra Peter Paul e due italiani, Marco Mazzilli e Alessandro Leone.

Incontri che hanno generato una catena solidale che ha coinvolto in seguito alcuni giovani italiani, al primo anno del loro percorso di studi universitari, desiderosi di creare ponti di dialogo e solidarietà con altri giovani, lontani geograficamente, ma vicini nel desiderio di afferrare il futuro attraverso l’istruzione.

È su questa idea che nasce Frame Project Onlus, nella convinzione che un tetto sicuro e cibo a sufficienza non siano le sole necessità di un individuo, ma che tra i diritti fondamentali, così come scritto nella Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, sia cruciale la scuola.
L’Associazione dal 2013 ha cominciato a supportare i percorsi scolastici dei piccoli ospiti della Good Samaritan Mission fino al conseguimento del diploma e, in alcuni casi, anche della laurea.

Nel corso degli anni è stato poi necessario rispondere ad altre emergenze, come la ristrutturazione degli edifici che ospitano i bambini o l’acquisto di un mezzo di trasporto. Per questo Frame Project ha creato una rete solidale attraverso iniziative di sostegno a distanza, che hanno coinvolto adulti, ma anche studenti di ogni ordine e grado, fautori di connessioni attive con l’India utlizzando le nuove tecnologie, spesso viatico di veri e propri viaggi a Mumbai che hanno generato nuove amicizie con gli ospiti della Good Samaritan Mission.

Frame Project si è impegnata, e continua a farlo, per promuovere nel nostro paese la cultura dell’inclusione nel rispetto della specificità di ogni individuo, nella consapevolezza di vivere in un mondo dove l’interconnessione tra popoli ci vuole responsabili e fautori di una solidarietà attiva che allarghi lo sguardo e arricchisca le coscienze.

1997

Immagine 1 di 27

Peter Paul e i primi bimbi della GSM in gita con alcuni italiani